Casa del Lavoro – 05# Mutui: Come agire se non è per prima Casa

Pierpaolo Bonante
Pierpaolo Bonante
Casa del Lavoro – 05# Mutui: Come agire se non è per prima Casa







/

P: “Come fare quando non è un mutuo per la prima casa? Come muoversi quando non ho perso il lavoro o non sono in una delle condizioni previste dalla legge? Quando in realtà non rientro in questa legge e non riesco a pagare come devo fare?”

A: In questo momento non c’è un accordo collettivo con l’ABI, associazione che rappresenta le banche. Pur non essendoci una linea guida unica esistono realtà che agiscono individualmente. Molte banche hanno pubblicato sui siti è scritto ai propri clienti che se hanno un mutuo per la prima casa possono fare richiesta di sospensione, per cui è importante guardare e leggere cosa c’è scritto sui siti delle banche e nelle caselle di posta elettronica in merito alla sospensione del mutuo.
Se la banca non lo fa sta esercitando il suo ruolo, visto che per legge non esistono obblighi in merito, anche se molti stanno mostrando questa sensibilità.”
P: “Come agire in questo caso?” 
A: “Il nostro suggerimento è di leggere i siti delle banche e di scrivere, poiché solo quello che è scritto vale. Ha senso fare chiamate di cortesia esclusivamente se si va a cercare attivamente l’informazione su una fonte scritta.
Questa è una delle attività su cui dobbiamo fare qualcosa, agire, cercare, informarsi.
Se la mia banca mi accorta questa facilitazione, è necessario scrivere per comprendere le modalità di sospensione.”
P: “E per i prestiti?
In modo generico c’è una disciplina che regola tutto il credito legato al consumo, ma attualmente non ci sono variazioni legate al DPCM “Cura Italia”, per legge e per diritto non si può sospendere, ma esiste l’accordo tra privati (in questo caso banca o una finanziaria)
Facendo una ricerca rapida è non emerso dai siti internet delle principali finanziarie un’azione in questa direzione, ma probabilmente potrebbe arrivare questa possibilità.
Oltre a ciò possono essere interessanti le postille scritte all’interno del contratto che abbiamo sottoscritto. Magari, anche senza esserne a conoscenza, insieme a quel finanziamento per caso abbiamo sottoscritto una polizza di assicurazione che prevedeva la possibilità di sospendere interrompere o fare qualsiasi altra azione.
Ecco questo è il momento di andare a cercarci questo questa informazione. Aveste accesso all’assicurazione potreste scoprire che molti di questi contatti si assicurazione prevedono la possibilità di sospendere il prestito o il mutuo o di prendere le rate e posticiparla in fondo al finanziamento. Esiste anche la possibilità di attivare un sinistro, ovvero, io comunico all’assicurazione che si è presentata quella ipotesi per cui avevo voluto garantire me e la finanziaria dall’ipotesi che perdessi il lavoro o che mi riducessero l’orario di lavoro per cassa integrazione o per riduzione dell’orario di lavoro. A questo punto devo fare qualcosa e la devo fare in tempi strettissimi. I termini, infatti, sono molto stretti 30 giorni al massimo 60 giorni.
Controllando i contatti scopriamo se sia possibile farlo da casa.”

Spin Off dei Podcast della Casa del Lavoro, serie di podcast per dare uno strumento in più a chi è in cerca di un lavoro, questi podcast vogliono aiutare il consumatore medio in un momento di crisi come quello attuale del Covid-19.

Il presente podcast è dedicato alle fonti per informarsi sui temi economici, ed è parte di un percorso dedicato a chiunque voglia informarsi sulle tutele che lo stato ci garantisce in questo periodo di crisi. In questo podcast si parla dei mutui e possibili reateizzazioni nel caso in cui non sia Prima Casa.

Registrato il 23320

Testi e Voce di Antonio Cajelli

Produzione di Pierpaolo Bonante (www.pierpaolobonante.it) per La Casa del Lavoro (casadellavoro.org)

Diffondi il Verbo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *